sabato 24 luglio 2010

Beer Can Chicken

ovvero Pollo Sodomita!!

Il Beer Can Chicken, ovvero il pollo cotto sulla lattina di birra è una preparazione classica del Barbecue Americano. Il pollo viene letteralmente “seduto” su di una lattina di birra piena per metà e cotto sul barbecue!
Il risultato? uno splendido pollo sodomita croccante fuori, ma morbido e succoso dentro! e il segreto è proprio nella lattina!
il barbecue fornisce un calore molto secco che tende ad asciugare gli alimenti,e prolungando la cottura si ottiene una pelle croccante,ma la cottura prolungata provoca un’asciugatura della polpa all’interno, dovuta all’evaporazione di una grande quantità di liquidi.La birra presente nella lattina, evaporando, manterrà umido il pollo dall’interno mentre il calore secco del grill, insieme a qualche espediente, consentirà alla pelle di diventare molto croccante.



LEGGI LA RICETTA!



ingredienti per 4 persone
1 pollo di circa 1 kg
burro q.b.
aceto di mele
1 lattina di birra da 33 cl ( usare solo metà birra presente all'interno)
2 cucchiaini aglio in polvere
2 cucchiaini cipolle in polvere
1 cucchiaino origano
paprika q,b.
peperoncino q.b.
2 cucchiai sale
2 cucchiai zucchero di canna
1 rametto di rosmarino

procedimento
Si parte dal mix di spezie, detto Rub.Si uniscono tutti gli aromi, il sale e lo zucchero in un mortaio e si pestano fino ad ottenere una polvere ben amalgamata.
Per fare aderire bene il rub sul pollo, si spennella la superficie della pelle con del burro fuso.
Quando ben spennellato, si cosparge il pollo con il rub massaggiandolo in tutte le sue parti.(inserire del rub anche all’interno delle cavità superiori e inferiori del pollo).
Una volta aromatizzato con il rub, il pollo dovrà essere posizionato sulla lattina (piena per metà) inserendola nella cavità inferiore. Per metterlo in equilibrio si dovranno bloccare le ali in posizione dietro la schiena ponendo in avanti le cosce.
Una rassicurazione: le resine epossidiche con le quali le lattine vengono rivestite, avendo temperature di fusione superiori agli 800°, non possono rilasciare sostanze nocive alle normali temperature di cottura. Noi per sicurezza e per ulteriori ragioni di igiene abbiamo rivestito la lattina con della carta d'alluminio.
Una volta preparato e spolverizzato il rub e sodomizzato, si lascia il pollo ad insaporire per una mezz’ora.

Nel frattempo si inizia l’accensione del barbecue.
Una volta accese le braci, si chiude il coperchio e si agisce sulle prese d’aria per stabilizzare la temperatura.
Raggiunta la temperatura desiderata, si può iniziare la cottura del Beer Can Chicken.
Per prima cosa vengono gettate le chips direttamente sulle braci tramite una finestra presente sulla griglia del cibo. Si solleva la finestrella e tramite una molla o “pinza” per barbecue si pongono le chips a bruciare Sarà necessario inserire una quantità minima di chips, tutte quelle che entrano in una mano per intenderci. Si chiude nuovamente il coperchio e si attende che le chips di legno aromatico inizino a produrre fumo.

Solo dopo la produzione di fumo, si pone il supporto con il pollo, si richiude il coperchio e si stabilizza la temperatura intorno ai 140°C - 160°C agendo sulle ghiere di regolazione dell'aria e si lascia andare in cottura.
A queste temperatura il pollo cuocerà in due ore e mezza o tre ore al massimo. Il vantaggio della bassa temperatura sarà quello di ottenere una carne molto umida e succosa.
Le chips bruceranno per circa 20 minuti, dopodiché si procederà ad una nuova aggiunta. Questa quantità sarà sufficiente ad affumicare il pollo senza devastarne il sapore.
Terminato il tempo di affumicatura si procederà a bagnare la superficie del pollo con dell’aceto di mele, possibilmente con un vaporizzatore (anche un pennello andrà benissimo).Ciò consentirà di avere un’aroma di affumicato molto più morbido in quanto "laverà via" le sostanze dall'aroma sgradevole contenute nel fumo,tuttavia l’aceto non sarà percepibile.

Bisogna essere pazienti, in quanto la cottura è subordinata al fatto di essere stati bravi a stabilizzare la temperatura in modo costante.
Da ricordare: le escursioni termiche (create dall'apertura del coperchio del barbecue per vedere la cottura del pollo,o per aggiungere bricchetti) modificano sensibilmente i tempi di cottura. L’uso di un termometro a sonda rende il tutto più facile.
Quando il pollo raggiunge la temperatura di 82°C al cuore, significa che è cotto alla perfezione.
Un contorno veloce può essere fatto con delle patate o del riso.

Grazie a Serial344 su Giallozafferano per la ricetta base!

2 commenti:

Posta un commento